La verza è una delle verdure maggiormente salutari e benefiche per il nostro corpo. È conosciuta ed apprezzata per la sua grande quantità di vitamine e sali minerali, e per le sue numerose proprietà benefiche che ne fanno un alimento estremamente utile per il benessere.

Le grandi foglie grinzose e croccanti di questa pianta erbacea della famiglia delle crucifere venivano utilizzate fin dall’antichità sia in cucina che come medicamento.

La verza contiene pochissime calorie, circa 30 gr per ogni 100 gr, e pochissimi grassi a fronte di un elevato potere saziante. È estremamente ricca di vitamine, in particolare A, C e K e di sali minerali tra cui potassio, ferro, fosforo, calcio e zolfo.

Contiene inoltre preziosi oligoelementi, glucidi, lipidi, proteine e fibre, soprattutto in inverno perché è una verdura di stagione.

La verza ha proprietà analgesiche, antinfiammatorie, decongestionanti, detossinanti ed antisettiche. La vitamina A in essa contenuta contribuisce al buon funzionamento di vista e pelle.

La vitamina B9 è importante in gravidanza per combattere le malformazioni neonatali. La vitamina C è invece fondamentale per il sistema immunitario, ed insieme ai sali minerali esercita un effetto ricostituente sull’organismo, contrastando inoltre l’azione dei radicali liberi.

La vitamina K ha un importante ruolo nella corretta coagulazione del sangue e benefici su circolazione e pressione alta. La verza agisce inoltre positivamente su disturbi digestivi, stipsi, colite, infiammazioni dello stomaco, ulcera e dolori intestinali. La presenza di clorofilla ne rende consigliabile l’assunzione in caso di anemia.

Tra i suoi principali benefici ci sono poi la capacità di combattere il diabete, riparando i danni provocati dall’iperglicemia all’apparato cardiovascolare e di proteggere dall’insorgenza dei tumori: la verza contiene infatti antiossidanti e importanti sostanze fitochimiche che contribuiscono a bloccare gli agenti cancerogeni.

Antitumorale

La verza è un alimento antitumorale come lo sono gli altri tipi di cavolo che siano broccoli, cavolfiori o cavoletti di Bruxelles. 

In particolare nella verza questa presenza di sulforafano dona anche la capacità di inibire la crescita delle cellule cancerose grazie ad un effetto di potenziamento dei geni che aiutano la riparazione del DNA danneggiato e anche contrastando la riproduzione stessa delle cellule malate.

L’effetto di questa riparazione cellulare ha anche conseguenze positive in altre zone del corpo come l’apparato cardiovascolare perché agisce sui vasi sanguigni e persino nei casi di diabete perché ripara e protegge le arterie dai danni della formazione di placche dati dall’iperglicemia.

A tavola con il diabete: Insalata di verza e carciofo marinato

Insalata di verza e carciofo marinato

Ingredienti per 4 persone:

Verza1/2
Cuore di Carciofo Marinato1
Peperone rosso1
Cipollotti2
Maionese (senza grassi) q.b.
Olio d’oliva q.b.
Aceto q.b.
Sale q.b.

Preparazione:

In una grande insalatiera, unire la verza precedentemente tagliata, il peperone tagliato a cubetti, i cipollotti affettati finemente, la maionese e i cuori di carciofo tagliati. Condire a piacere con delicatezza.
Servite immediatamente, oppure coprire e mettere in frigo fino a 6 ore prima di servire.

Contenuto per una porzione:

Calorie 28
Carboidrati 5 g
Proteine 2 g
Grassi 0 g

Ricetta pubblicata da DiabeticGourmet.com