Viaggio nello spazio da “turista”, è il giorno di Richard Branson

FILE PHOTO: Sir Richard Branson stands on the floor of the New York Stock Exchange (NYSE) ahead of Virgin Galactic (SPCE) trading in New York, U.S., October 28, 2019. REUTERS/Brendan McDermid/File Photo

La sfida per la conquista dello spazio si rinnova e riguarda due miliardari: da una parte il magnate britannico Richard Branson, dall’altra l’ormai ex Ceo di Amazon, Jeff Bezos. Il primo ha annunciato che sarà a bordo della SpaceShipTwo Unity, la navicella spaziale capace di voli suborbitali realizzata dalla sua azienda Virgin Galactic, domenica 11 luglio, per quello che sarà il primo volo commerciale nello spazio. Beffando di nove giorni il rivale.

Viaggio nello spazio per turisti, è il giorno di Richard Branson

“La finestra per il prossimo volo di prova della SpaceShipTwo Unity si apre l’11 luglio, in base alle condizioni meteorologiche e ai controlli tecnici”, ha affermato Virgin Galactic in una nota.
Branson è stato sottoposto “allo stesso addestramento, preparazione e volo dei futuri astronauti Virgin Galactic”.

Branson dovrebbe partire alla volta dello spazio alle 15, ora italiana.

Se il programma verrà rispettato, Branson raggiungerà lo spazio prima del fondatore di Tesla e SpaceX, Elon Musk, e del patron di Amazon Jeff Bezos, che assieme al fratello minore Mark viaggerà nello spazio a bordo della navicella suborbitale della sua compagnia Blue Origin il 20 luglio. Un giorno simbolico, data dell’allunaggio.

Il volo nello spazio di Jeff Bezos

Secondo quanto annunciato, il lancio della navetta New Shepard della società Blue Origin avverrà dal Launch Site One, in Texas, negli Stati Uniti d’America.

La Blue Origin ha messo all’asta uno dei 6 posti sulla New Shepard: stando al sito della società, l’offerta attuale è pari a 2,8 milioni di dollari.

Ma prima di Branson e Bezos nessun privato era mai stato nello spazio? No, nel senso che un altro miliardario, Dennis Tito, il 28 aprile 2001 era partito con una navetta russa Soyuz alla volta della Stazione Spaziale, a bordo della quale era rimasto per otto giorni. Dopo di lui, altre sette persone lo hanno imitato, spendendo – riporta l’Ansa – come minimo 20 milioni di dollari. Si trattava di partecipazioni a missioni già calendarizzate. La novità, questa volta, è che Branson e Bezos partiranno con mezzi propri. E lo faranno da veri e propri turisti.