L’equipe di specialisti del Bambino Gesù ha realizzato con successo il primo trapianto di rene, da donatore vivente al National Hospital for Pediatrics di Hanoi, in Vietnam.Il trapianto è stato eseguito il 25 marzo scorso e la piccola ora sta bene.

Il progetto di cooperazione fra l’ospedale di Hanoi e quello italiano è sostenuto dal gruppo Piaggio attraverso la Charity Vespa for Children.La collaborazione è iniziata lo scorso anno e prevede il trattamento di bambini vietnamiti che soffrono di malattie urologiche complesse, come le malformazioni genito-urinarie e l’insufficienza renale, che hanno bisogno di trattamenti chirurgici, dialisi e trapianto di rene.

All’interno dell’ospedale vietnamita è stato realizzato un nuovo reparto del Bambino Gesù con 30 letti di degenza, ambulatori dedicati e una stanza attrezzata per i piccoli pazienti che hanno subito il trapianto. Dal gennaio 2013 ad oggi sono stati già sottoposti ad un trattamento chirurgico oltre mille bambini.

Già nel mese di marzo del 2014 i medici italiani hanno trattato chirurgicamente altri venti bambini e hanno selezionato quattro pazienti da sottoporre al trapianto di rene.Per due di loro l’intervento è stato fissato a settembre. “Realizzare un trapianto pediatrico da donatore vivente – ha dichiarato il presidente del Bambino Gesù, Giuseppe Profiti, che in Vietnam ha incontrato il nunzio apostolico, monsignor Leopoldo Girelli e l’ambasciatore italiano Lorenzo Angeloni – è un enorme passo avanti.

La prima iniziativa di Vespa for Children un progetto umanitario lanciato proprio per realizzare interventi di assistenza sanitaria si è concretizzata proprio in Vietnam.