WhatsApp, aggiunge due novità per i messaggi vocali: ecco che cosa cambia

85

Gli sviluppatori di WhatsApp starebbero lavorando a una nuova funzionalità per far risparmiare il tempo passato dagli utenti ad ascoltare lunghi messaggi vocali. Come già succede sull’app rivale, Telegram, l’idea sarebbe quella di aggiungere un pulsante per raddoppiare la velocità di riproduzione degli audio, così da ascoltarli in metà del tempo.

I ricercatori di WhatsApp avrebbero optato per questo escamotage per una semplice ragione: i messaggi vocali sono comodi per chi li invia, ma spesso sono scomodi per chi deve ascoltarli, soprattutto quelli lunghi diversi minuti. Velocizzarne la riproduzione, quindi, va incontro all’esigenza di chi riceve le note vocali.

WhatsApp, quando arrivano i messaggi vocali a velocità doppia

WABetaInfo, nel dare la notizia relativa alla novità legata agli audio, ha aggiunto che al momento non esisterebbero schermate della funzionalità perché non sarebbe ancora stata installata neppure nelle versioni preliminari dell’app. In sostanza, si tratterebbe di una indiscrezione non ufficiale. I tempi, dunque, non sono ancora noti.

Dal punto di vista dello sviluppo, però, una volta presa ufficialmente la decisione non dovrebbe richiedere molto tempo scrivere il codice per supportare la novità. Sul funzionamento, invece, l’ipotesi è che possa richiamare quello di Telegram: un piccolo pulsante con la scritta ‘2X‘ che, se attivato, raddoppia la velocità di riproduzione del messaggio vocale. Disattivandolo, si può in qualunque momento tornare alla velocità originale.

Spunte blu per i messaggi vocali ascoltati

Finora, le doppie spunte blu comparivano a fianco alla registrazione non appena il destinatario ascoltava il messaggio vocale, anche se la conferma di lettura era disattivata. Da ora in avanti, invece, è necessario che entrambi gli interlocutori, vale a dire mittente e destinatario, abbiano la conferma di lettura attiva affinché compaiano le doppie spunte blu di fianco alla registrazione quando essa viene riprodotta. Si trattava, in questo caso, di un bug, che adesso è stato risolto così da rendere il funzionamento dei messaggi vocali coerente con quello dei messaggi di testo.

Ora è possibile scoprire con esattezza quando è stato consegnato

Adesso è possibile, finalmente, visualizzare l’ora esatta in cui i messaggi vocali sono stati ascoltati, sia se inviati in una conversazione privata che se inviati in una di gruppo. È sufficiente selezionare un proprio messaggio vocale con una pressione prolungata, premere sui tre puntini in alto a destra e qui scegliere Info per avere l’intero resoconto sul messaggio vocale, con tanto di ora esatta in cui esso è stato ascoltato dal destinatario o, nel caso di un gruppo, dai destinatari.

Ciò significa che ora è possibile scoprire con esattezza quando è stato consegnato, visto e riprodotto un messaggio vocale, proprio come funziona con i messaggi di testo. Anche in questo caso, dunque, i messaggi vocali vengono mesi al pari di quelli di testo, finalmente.